Scegliere le parole: venerdì 27 a Torino Spiritualità con Ezio Mauro

Quali parole servono per vivere insieme? Dal neologismo al tormentone, dalle parole della speranza di Barack Obama alla neolingua del dibattito politico, scegliere le parole vuol dire, in fondo, scegliere un modello di convivenza, proporre significati che aiutino a capire i tempi che stiamo vivendo.
Ne parlerò con uno dei più autorevoli giornalisti italiani, il direttore di Repubblica Ezio Mauro, in un dialogo dal titolo Scegliere le parole.
L’incontro, in programma venerdì 27 settembre alle 21 nella Sala Grande del Circolo dei Lettori di via Bogino 9 a Torino, rientra nel programma di Torino Spiritualità, che quest’anno si è data il tema Il valore della scelta.

Invito-presentazione-Torino-Spiritualita

 

Venerdì alla Festa Democratica di Torino con Gambarotta e D’Ottavio

Invito-presentazione-libro-Festa-Democratica-TorinoVenerdì 30 agosto alle 18, all’interno della Festa Democratica di Torino (piazza D’Armi, corso Montelungo angolo corso Galileo Ferraris), dibattito sul libro Il crollo e sul linguaggio della politica italiana insieme all’autore e scrittore Bruno Gambarotta e al deputato Pd Umberto D’Ottavio.

Treccani, speciale su “Il crollo”

Il sito dell’Enciclopedia italiana Treccani dedica un ampio speciale alle parole della politica italiana a partire dal libro Il crollo, all’interno del magazine di Lingua italiana curato da Silverio Novelli.

Introduce un colloquio (intitolato Politica: un temporale ciclico di parole nuove) fra Lorenzo Pregliasco, autore di Il crollo, e il linguista Gian Luigi Beccaria, curatore della postfazione al volume:

È risaputo che anche le parole importanti progressivamente si svuotano, nel dibattito politico: le grandi parole, come democrazia, libertà, giustizia, sembrano aver perso la propria forza, il proprio senso. E sempre più si usano parole che soltanto in apparenza sono chiare, solide, concrete: si parla di programmi o proposte concrete – ma poi quel concreto risulta vago e generico –, di vere riforme – quali? –, di vera giustizia, seria e responsabile.

Sono poi presentate tre voci pescate dal dizionario – casta, milleproroghe e papi – e commentate da tre studiosi di diverse discipline (Valentina Grassi, Giulio Vesperini e Nicola Boccianti).

Buona lettura!

Recensioni sul Secolo XIX e DigiTO

Due nuovi articoli dedicati a Il crollo sono apparsi nei giorni scorsi sul Secolo XIX e su DigiTO.

Il quotidiano genovese, in un pezzo di Giampiero Timossi intitolato Silvio, un posto assicurato nella storia dal “bunga bunga”, scrive:

È divertente. O tristissimo, scegliete voi. Esagerando lo si può paragonare a Ennio Flaiano e al suo “Frasario essenziale, per passare inosservati in società”. Estate 2013, nuovo frasario essenziale per (non) passare inosservati in (questa) società.

Il magazine online DigiTO pubblica invece un’intervista all’autore Lorenzo Pregliasco, curata da Valentina Esposito.

Mercoledì 19 giugno: aperilibro a Montecitorio

Copertina-FB-presentazione-Roma-Montecitorio
Incontro-aperitivo nella cornice del cuore della politica italiana mercoledì 19 giugno: dalle 19 presso Arion Montecitorio (p.zza Montecitorio 59) va infatti in scena l’Aperilibro politico sulle parole della Seconda repubblica.
Partecipano, raccontando ciascuno la “sua” parola della politica: Fabrizio Rondolino, Tommaso Labate, Maria Teresa Meli, Alberto Di Majo, Filippo Sensi, Luca Telese, Ivan Scalfarotto, Domenico Scilipoti e Marta Grande. Coordina Marco Di Fonzo.
Segue aperitivo.